Utilizziamo i cookie e tecnologie simili per personalizzare contenuti e annunci, per fornire le funzionalità dei social media e per analizzare il traffico. Cliccando su questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie come descritto nella nostra informativa sulla privacy e sui cookie.

RICONOSCERE UN DIAMANTE

GUIDA

Questa illustrazione consente di leggere correttamente il certificato gemmologico che identifica un diamante.

logo

IL DIAMANTE AL CENTRO

_______________________

C-JOYS (gioie certificate) vanta una ormai consolidata esperienza nel settore dei preziosi.
Costruiamo gioielli certificati di alto valore utilizzando le migliori gemme.
Al fine di ottenere il miglior rapporto qualità prezzo, C-JOYS realizza gioielli in oro 18 carati, con diamanti
dagli ottimi requisiti di taglio, colore non inferiore a G/F e due principali versioni di purezza,VS o SI.

La nostra principale passione è rivolta al mondo dei gioielli, per il valore estetico e materiale che possono rappresentare, per le emozioni che possono raccogliere e comunicare. L’incredibile mondo dei diamanti, in particolare, è quello che ha da sempre attirato la nostra attenzione.
Valorizziamo l’eccezionale bellezza e preziosità del diamante, gemma che la natura ha saputo perfettamente plasmare.

Siamo certi che il mettere a disposizione dei nostri clienti gioielli certificati di qualità, con diamanti naturali e senza tempo, frutto di un incontro perfetto tra natura e arte, possa rappresentare una gioia naturale e pura.

CONTROLLI DI QUALITÀ

Tutti i diamanti selezionati dai nostri gemmologi passano almeno tre rigorose selezioni prima di superare il controllo finale di specialisti operanti per i migliori centri di analisi gemmologica.
Ciascun diamante da noi certificato, controllato nella qualità ad ogni passaggio, segue tutti i protocolli previsti per la registrazione internazionale.

EDUCAZIONE DEL CLIENTE

_______________________

In accordo con la “mission aziendale” riteniamo importante mettere il nostro cliente nella condizione di comprendere alcune caratteristiche fondamentali presenti in un documento di certificazione per muoversi con la dovuta consapevolezza all’acquisto di un qualsiasi diamante.

Non sono pochi i casi in cui al potenziale acquirente vengono presentati gioielli e diamanti dei quali non è in grado di riconoscere qualità e caratteristiche. Vogliamo mettere i nostri clienti nella condizione di poter analizzare consapevolmente le caratteristiche descritte sul certificato che accompagna il gioiello così da poter scegliere in modo più consapevole la qualità delle gemme.

separatore.png

RICONOSCERE UN DIAMANTE

Le “4C”

Ecco le caratteristiche identificative del diamante seguendo il criterio delle “4C”:

CARAT (CARATO) – COLOR (COLORE) – CLARITY (PUREZZA) – CUT (TAGLIO)
 

Non esiste un diamante con caratteristiche uguali ad un altro. Il vostro diamante è unico al mondo. La valutazione delle “4C” – carato, colore, purezza e taglio – consente di valutare le caratteristiche specifiche di ciascun diamante. In base al livello qualitativo riportato nelle scale di valutazione potrete così quantificare e apprezzare il valore effettivo del vostro diamante, e del gioiello che saprà valorizzarlo.

Carato 1

CARAT / CARATO

La caratura di un diamante è un fattore da tenere in forte considerazione perché il prezzo di un diamante aumenta esponenzialmente con l’aumentare del peso. Il Carato è l’unità di misura del peso di un diamante, corrisponde esattamente ad 1/5 di un grammo ed è suddiviso in centesimi

(chiamati anche punti – 1 CT = 100 / 100).

 

0.05 - 10 mg
0.05 - 10 mg
0.10-20mg
0.10-20 mg
0-15 - 30 mg
0.15 - 30 mg
0.25 - 50 mg
0.20 - 40 mg
0.50 -100 mg
0.25 - 50 mg
0-75 - 150 mg
0.50 - 100 mg
01--0-05-10mg.png
0.75 - 150 mg
01--0-05-10mg.png
1.00 - 200 mg
0.05 - 10 mg
1.25 - 250 mg
0.10-20mg
1.50 -300 mg
0-15 - 30 mg
1.75 - 350 mg
0.25 - 50 mg
2.00 - 400 mg
0.05 - 10 mg
2.50 - 500 mg
0.10-20mg
3.00 -600 mg
0.10-20mg
4.00 - 800 mg
0.25 - 50 mg
5.00 - 1000 mg
0.25 - 50 mg
7.00 - 1400 mg

Color 2

COLOR / COLORE

Sono presenti in natura diamanti di svariate sfumature di colore, dal verde al giallo, dal blu al rosa, definiti “Fancy Colors”: alcuni di questi possono essere molto rari e raggiungere quotazioni da capogiro.

La scala dei diamanti più comuni, invece, è quella del bianco e comprende una classificazione che va dalla D alla Z.

  • I diamanti “D color” ed “E color” hanno un colore definito BIANCO ECCEZIONALE (rispettivamente “D exceptional white” e “E exceptional white”). La pietra di colore D è talmente bianca da essere considerata addirittura incolore, con delle accennate sfumature azzurrine.
  • I diamanti di colore F e G hanno un colore definito BIANCO RARO (rispettivamente “F rare white” e “G rare white”). Entrambi sono perfettamente bianchi, analizzati frontalmente, ma anche lateralmente.
  • I diamanti di colore H hanno un colore definito BIANCO (“white”). Una pietra di colore H, ad un’analisi frontale, presenta un colore bianco mentre, ad un’analisi laterale, delle accennate sfumature di giallo.
  • Tutti i diamanti aventi un colore compreso tra I e Z presentano, man mano che si scende la scala di valutazione, un tono giallo sempre più presente, prima di sfociare nel “giallo Fancy”, un colore talmente intenso da far parte della scala dei colori di Fantasia (Fancy Colors).
0.05 - 10 mg

D

Exceptional White +
Exceptional White

E

Exceptional White
0-15 - 30 mg

F

Rare White +
Rare White

G

Rare White
White

H

White
Slighty Tinted White +

I

Slighty Tinted White +
Slighty Tinted White

J

Slighty Tinted White
Tinted White +

K

Tinted White +
Tinted White

L

Tinted White
Tinted Colour

M

Tinted Colour
Tinted Colour

N-O

Tinted Colour
0.25 - 50 mg

P-R

Tinted Colour
Tinted Colour

S-Z

Tinted Colour

 Clarity 3

CLARITY / PUREZZA

L’esame della purezza dei diamanti viene effettuato al microscopio. Tuttavia la valutazione del grado di purezza di una pietra viene stabilito dopo un’analisi finale effettuata con una lente a dieci ingrandimenti (10x). La stima della purezza indica la grandezza, la posizione e il contrasto delle inclusioni.

 

La scala utilizzata ha una graduatoria che va da LC o IF, fino a Piqué.

 

  • LC (loupe clean) / IF (internally flawless). Il diamante è considerato puro alla lente. Guardando il diamante con una lente a dieci ingrandimenti (10x), infatti, la gemma non presenta alcuna inclusione visibile.
  • VVS1 / VVS2 (very very small inclusion). Il diamante presenta una o più inclusioni puntiformi, leggermente superiori a 5 micron. Tali inclusioni sono visibili analizzando il diamante con una lente a dieci ingrandimenti (10x), ma sono veramente difficili da individuare, anche dall’occhio di un gemmologo esperto.
  • VS1 / VS2 (very small inclusion). Il diamante presenta una o più inclusioni, con un’area ben definita (non puntiformi). Tali inclusioni nel diamante sono riscontrabili ancora con una certa difficoltà all’occhio esperto di un gemmologo dopo un esame effettuato con una lente a dieci ingrandimenti (10x).
  • SI1 / Si2 (small inclusione). Il diamante presenta una o più inclusioni facilmente visibili con la lente a dieci ingrandimenti (10x), ma non visibili ad occhio nudo.
  • P1/P2/P3-I1/I2/I3 (piqué/inclusion). Il diamante presenta una o più inclusioni visibili ad occhio nudo. Le pietre classificate P2-P3 possono riportare inclusioni talmente grandi e visibili da inficiare la brillantezza stessa del diamante. È da tenere presente che la valutazione della purezza prevede una stima delle caratteristiche interne al diamante. Le caratteristiche esterne non si configurano come inclusioni (es. graffi, intacchi esterni ecc.).

LC

Loupe Clean
Very Very Small Inclusions

VVS1

Very Very Small Inclusions
Very Very Small Inclusions

VVS2

Very Very Small Inclusions
Very Small Inclusions

VS1

Very Small Inclusions
Very Small Inclusions

VS2

Very Small Inclusions
Slighty Tinted White +

SI1

Small Inclusions
Slighty Tinted White +

SI2

Small Inclusions
Piquè

P1

Piquè
Piquè

P2

Piquè
Tinted Colour

P3

Piquè

Clarity 4

CUT /TAGLIO

Il taglio è un’altra caratteristica fondamentale del diamante. Il taglio di un diamante comprende tre aspetti di fondamentale importanza:

PROPORTIONS (proporzioni), FINISH GRADE (finitura) e SYMMETRY (simmetria).

 
Proportions

 

PROPORTIONS

Le proporzioni rappresentano le dimensioni, definite in percentuale rispetto al diametro, di tutte le parti che compongono un diamante. Le proporzioni di taglio sono fondamentali affinché la pietra esprima il massimo della rifrazione di luce possibile. Una pietra con delle scarse proporzioni di taglio avrà un basso livello di brillantezza.

Finish Grade

 

FINISH GRADE

La finitura valuta la precisione con la quale le faccette sono state realizzate nel diamante e la qualità delle loro intersezioni. Ogni errore di taglio incide di conseguenza sulla brillantezza finale della pietra.

Simmetry

 

SYMMETRY

La simmetria calcola sostanzialmente il livello di perfezione nella disposizione simmetrica delle faccette ed ogni deviazione delle linee in rapporto ad una rigorosa simmetria.

 

Tutte le caratteristiche di taglio (cut) hanno una valutazione che può essere ID (ideal) – non utilizzata da tutti i centri di analisi – EX (excellent), VG (very good) e GD (good).

Altra caratteristica importante è la FLUORESCENCE (fluorescenza). La fluorescenza di un diamante rappresenta l’effetto luminoso che presentano proprio alcuni diamanti quando vengono esposti a raggi di luce UV.

La scala della fluorescenza distingue i seguenti gradi di percezione: NONE (nulla), SLIGHT (leggera), MEDIUM (media), STRONG (forte) – più eventuali gradi intermedi di valutazione a seconda degli enti gemmologici (very light, very strong ecc.). Alcuni apprezzano l’effetto della fluorescenza sui diamanti con un colore da “L” a scendere perché, frontalmente, tale effetto fa sì che la pietra presenti una luce più bianca del normale. Malgrado ciò la fluorescenza è normalmente ritenuta una caratteristica negativa perché, soprattutto nei diamanti bianchi, può incidere leggermente sulla brillantezza (specialmente una fluorescenza forte!), inducendo nel minerale un aspetto leggermente lattiginoso.


 

SHAPE (Forma)

Il taglio (cut) è ciò che determina la forma (shape) di un diamante. Un diamante, quindi, può essere tagliato in diverse forme. Il taglio brillante, in particolare, conferisce al diamante la caratteristica forma che lo ha reso così conosciuto.

 

Shape Brillante

BRILLANTE

Shape Marchesa

MARCHESA

Shape Ovale

OVALE

Shape Cuore

CUORE

Shape Lacrima

LACRIMA

Shape Smeraldo

SMERALDO

Shape Principessa

PRINCIPESSA

Shape Radiante

RADIANTE